Summer School

Summer School

Made in Italy/Made by Italics

Italic culture in art, music, design, fashion and gastronomy

da lunedì 10 a domenica 16 settembre 2018

Isola di San Servolo, Venezia

LUOGO E ALLOGGIO

Isola di San Servolo, Venezia(sanservolo.servizimetropolitani.ve). È raggiungibile tramite il vaporetto di linea in partenza dalla stazione di S. Lucia in direzione San Marco/San Zaccaria. I partecipanti alloggeranno nella struttura ricettiva dell’isola, in stanze doppie, con pensione completa. È possibile richiedere una stanza singola, con l’aggiunta di un sovrapprezzo.

CANDIDATURE

Il corso è rivolto a studenti, laureandi e laureati, provenienti da diversi ambiti disciplinari, desiderosi di arricchire il proprio curriculum vitae. I partecipanti saranno portati a sviluppare le proprie conoscenze in ambito di Made in Italy/Made by Italics, a raffinare la propria consapevolezza culturale intorno ai valori dell’identità italiana e a mettere in discussione gli stereotipi diffusi che spesso la connotano.

FINALITÀ

Quali sono le caratteristiche del “Made in Italy”? Quali quelle del “Made by Italics”? Quali le differenze?

La Summer School si propone di realizzare un percorso formativo residenziale volto ad approfondire, lontano da cliché e facili slogan, le peculiarità, la complessità e la capacità d’influenza della cultura italica nel mondo. 

Il corso si sviluppa in cinque ambiti tematici (arte, musica, moda, design e gastronomia), attraverso cui verranno presentate, esaminate e discusse le prerogative che hanno permesso l’affermazione dell’eccellenza italiana a livello globale. Il suggestivo contesto dell’Isola di San Servolo a Venezia, luogo di formazione e permanenza dei partecipanti, permetterà loro di assaporare, durante tutta la settimana, l’essenza della cultura italiana. Sono previste, tra le altre, testimonianze e lezioni di esponenti delle seguenti società e istituzioni: Alessi Spa, Bulgari, Consorzio Tutela Formaggio Asiago, Fondazione Pistoletto Cittadellarte, Gruppo Scripta Maneant Editori, Museo Salvatore Ferragamo, Teatro La Fenice di Venezia.

STRUTTURA DEL CORSO

La settimana formativa è articolata in giornate tematiche, lezioni di docenti universitari, testimonianze di professionisti, comunicazioni frontali e momenti laboratoriali. Ciascun partecipante dovrà produrre, al termine delle attività e in relazione all’ambito professionale che indicherà al momento della presentazione della candidatura, un elaborato scritto o un risultato visibile che illustri la propria capacità creativa all’interno della cultura italica. Al termine del corso ai partecipanti sarà rilasciato un attestato di frequenza e un premio per il miglior elaborato.

MODALITÀ DI SELEZIONE

I candidati sono tenuti a inviare il proprio curriculum vitae e a precisare a quale ambito in particolare, tra i cinque previsti, vorrebbero dedicare la propria attenzione. La selezione delle domande sarà effettuata da una commissione interna, formata dal Direttore del corso e da due membri del Comitato Guida di Schola Italica.

LINGUA DI LAVORO

Italiano

COSTI DI PARTECIPAZIONE

La quota di partecipazione è di 1200,00 euro, comprensiva di pensione completa per una settimana, materiale didattico e laboratoriale.

BORSE DI STUDIO

In seguito alla selezione, è prevista l’attribuzione di borse di studio alle candidature ritenute meritevoli.

STAGES

Il migliore studente della Summer School potrà ricevere l’opportunità di uno stage retribuito presso una associazione culturale impegnata a sviluppare la riflessione sull’identità italica nel mondo.

TERMINE DI ISCRIZIONE

27 luglio 2018. Sarà comunicato l’esito della selezione delle candidature entro il 31 luglio 2018.

DIRETTORE SCIENTIFICO

Professor Davide Cadeddu, Università degli Studi di Milano

CONTATTI

Uffici di Schola Italica

info@scholaitalica.com

+39.391.4804557

Maddalena Tirabassi al Sesto Forum Internazionale “Diritto internazionale, diritto di accoglienza e dignità dei migranti” VIDEO
Maddalena Tirabassi al Sesto Forum Internazionale “Diritto internazionale, diritto di accoglienza e dignità dei migranti” VIDEO

L'intervento di Maddalena Tirabassi, direttrice del Centro Altreitalie, al seminario organizzato dall'Accademia di studi Mediterranei - Agrigento, nella sessione "Dignità dell’uomo, sfida educativa e dimensione letteraria".

Migrazioni, Scuola ed Educazione: Fonti, Ricerche e Metodologie
Migrazioni, Scuola ed Educazione: Fonti, Ricerche e Metodologie

Online International Conference 2-4 dicembre 2020

Alla luce delle sfide e opportunità che lo stretto rapporto tra fenomeni migratori ed educativi rappresenta per le società contemporanee, il progetto “Migrazioni, Scuola ed Educazione” intende riunire studiose e studiosi per indagare, sotto molteplici approcci, l’origine e lo sviluppo delle varie esperienze educative che nel tempo si sono rivolte alle comunità migranti, principalmente italiane.

Presentazione del volume: "Il mondo si allontana? Il Covid-19 e le nuove migrazioni italiane"
Presentazione del volume: "Il mondo si allontana? Il Covid-19 e le nuove migrazioni italiane"

Venerdì 20 novembre 2020 - ore 9:30
Presentazione del Centro Altreitalie sulle piattaforme Zoom e Facebook
Il mondo si allontana? Il COVID-19 e le nuove migrazioni italiane
(Maddalena Tirabassi e Alvise Del Pra’, Accademia University Press)

 

Presentazione di "Il mondo si allontana? Il COVID-19 e le nuove migrazioni italiane"
Presentazione di "Il mondo si allontana? Il COVID-19 e le nuove migrazioni italiane"

10° CHEZ MOI
23 ottobre alle 17.00
Riflessi Letterari di Emigrazione ed Immigrazione
coordinato da Enzo Randazzo

Il mondo si allontana? Il COVID-19 e le nuove migrazioni italiane
Il mondo si allontana? Il COVID-19 e le nuove migrazioni italiane

La nuova inchiesta del Centro Altreitalie si interroga sul futuro delle nuove mobilità a partire da come i nuovi italiani all’estero stanno affrontando la pandemia tra lockdown e quarantene.

Il volume, di Maddalena Tirabassi e Alvise Del Pra’ uscito oggi, raccoglie le testimonianze di oltre 1200 persone da 57 paesi diversi e decine di interviste e interventi di protagonisti ed esperti che si interrogano su come cambierà la mobilità e sulle politiche da adottare per quelle centinaia di migliaia di nuovi emigrati italiani che hanno lasciato il paese nel Terzo Millennio.

Belgio

Nell’intimità della memoria. Marcinelle 1956-2006

Foto di Marina Cavazza

 

Privacy Policy

Centro Altreitalie, Globus et Locus - Via Principe Amedeo 34 - 10123 Torino (Italy) Tel. +39 011 6688200 E. redazione@altreitalie.it - info@globusetlocus.org